mercoledì 29 maggio 2013

vogliamo ri-vivere

quando l'ho visto? chissà. molti capelli fa, probabilmente al de amicis, quando a milano c'era ancora il cinema de amicis. covo cinefilo che "aveva l'odore delle case dei vecchi", direbbe un noto personaggio di un noto film ora in circolazione. ma era un odore buono, di aria chiusa che sapeva di sogni più di quella aperta. senza contare il maestoso proiettore scuro all'ingresso e le locandine di intriganti rassegne con misteriosi film polacchi...

comunque, eccola tornare in sala, come va di moda adesso: la commedia perfetta, vogliamo vivere!, di lubtisch, il genere di film che riscopri leggendo la settimanale classifica dei 10, 30, 100 titoli più importanti di sempre, a cura del periodico o dell'associazione di critici di turno e che sui social network suscita i dibattiti del caso. in un trionfo di travestimenti e scambi di persona, un film sul mondo dello spettacolo, quindi della rappresentazione, in uno scenario - l'europa sotto il nazismo - in cui la rappresentazione (la finzione, la messa in scena) è al potere. commedia politica se ne esiste una, esilarante eppure profonda e capace di graffi terribili, sospesa fra dramma e romanticismo, poi citata e ricitata anche senza volerlo. nel cast, carole lombard a far tremare i cuori. è un film del 1942, ma il cinema non ha tempo, per chi ama guardare.

oggi a milano verrà proiettato in versione restaurata e rimasterizzata alla sala duecento del cinema anteo.

non perdetelo.

treninellanotte@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Si è verificato un errore nel gadget